Paolo Orlando
Alla conquista del mare di Roma. Diario 1904-1923


Pagina 68 di 298       

%



     17 Maggio
     Prego il Direttore Generale dell'Agricoltura di interessarsi alla bonifica agraria ed igienica della zona di Ostia ancora non completamente conseguita, e di essere chiamato nella Commissione Centrale di vigilanza per l'Agro Romano ed in quella che prepara il disegno di legge per la creazione di borgate rurali.


     18 Maggio 1910
     Il Ministro dei Lavori Pubblici ordina all'Ufficio Speciale del Genio Civile per il Tevere e per l'Agro Romano di eseguire gli studi definitivi per la sistemazione del fiume a Monte di Roma, destinando all'uopo uno dei dieci milioni di lire stanziati per la navigazione interna nel Regno. questo il primo risultato pratico dei comizi tenuti a Terni ed a Orte dal Comitato Pro Roma Marittima .

     20 Maggio
     Presi accordi coll'On. Guido Baccelli, decano dei deputati per Roma, spedisco ai rappresentanti politici del Lazio, dell'Umbria e degli Abruzzi l'invito ad una riunione a Montecitorio.

     21 Maggio
     Il Consiglio Direttivo del Comitato Pro Roma Marittima approva la relazione ed il progetto del Piano Regolatore di Ostia Nuova, deliberando di farne consegna al Sindaco. Si compiaciuto che delle stanziate lire 4.500 per la redazione del progetto ne sieno state spese solo lire 1.300.

     25 Maggio
     Nella sala dell'Ufficio I a Montecitorio ha avuto luogo la riunione dei deputati del Lazio, dell'Umbria e degli Abruzzi. Dopo mia relazione stato votato un ordine del giorno relativo alla navigazione del Tevere ed al porto marittimo di Ostia, incaricando l'On. Baccelli e me di recarlo al Presidente del Consiglio dei Ministri.