Paolo Orlando
Alla conquista del mare di Roma. Diario 1904-1923


Pagina 233 di 298       

%



     22 Novembre
     Riferisco in Giunta su tutto quanto ho fatto dopo l'ultima seduta. La Giunta approva e mi onora di suo encomio per avere preparata, per il dopo guerra, la costruzione delle da gran tempo auspicate opere pubbliche.

     25 Novembre
     Conduco alla spiaggia di Ostia il Comm. Cotta, della Direzione Forestale del Ministero dell'Agricoltura. Prendiamo accordi per la formazione di una pineta tra il Tevere ed il canale di Fusano e per il rimboschimento generale del territorio di mia giurisdizione con sole essenze indigene.

     29 Novembre
     In seduta del Consiglio Comunale espongo lo stato di avanzamento delle varie opere ed i provvedimenti adottati tanto per l'agro romano che per il risorgimento economico e marittimo di Roma, lieto di potere oggi fare al Consiglio non delle parole, ma presentargli grandi lavori giÓ avviati. Ho ottenute unanime approvazioni.

     30 Novembre
     Lavoro alla preparazione dello schema di convenzione per la concessione del Canale e dello schema del decreto per la costituzione dell'Ente Autonomo che rilevi dal Comune tutte quante le opere ed il loro futuro esercizio.
     Nella riunione della Giunta comunico la lettera del Ministero dei Lavori Pubblici relativa alla concessione della ferrovia, con una sovvenzione chilometrica di sole lire 12.000 all'anno. Pur di non ritardarne ancora la costruzione, si delibera di stipulare l'atto di concessione, accettando per necessitÓ la inadeguata sovvenzione, con fiducia per˛ che venga in seguito integrata in proporzione delle speciali caratteristiche dell'opera e degli inevitabili aumenti di costo della mano d'opera e dei materiali.