Paolo Orlando
Alla conquista del mare di Roma. Diario 1904-1923


Pagina 161 di 298       

%



     12 Maggio
     Presento alla Giunta, che approva e si compiace, il progetto esecutivo della ferrovia e la domanda di concessione per la costruzione e l'esercizio.

     13 Maggio
     Oggi stesso, sebbene per gli uffici comunali sia giorno festivo, coll'aiuto del Segretario del Comitato Pro Roma Marittima , redigo e mando a stampare la proposta da distribuirsi ai Consiglieri perch sia discussa nella prima seduta del Consiglio.
     Ancora l'Italia non in guerra, ma gi si va disorganizzando la vita normale ed il normale funzionamento delle amministrazioni pubbliche, mentre per prepararsi al grande cimento necessario avere i nervi e la testa al posto e sapere mantenere il pi perfetto funzionamento di tutte le organizzazioni sieno pubbliche che private.

     17 Maggio
     Corteo popolare in Campidoglio ricevuto dal Sindaco e dalla Giunta. La piazza del Campidoglio gremita di popolo che domanda l'intervento d'Italia nella guerra. Il campanone della torre del Campidoglio suona a distesa.

     21 Maggio
     Riunione del Consiglio Comunale al completo e l'aula riboccante di pubblico. Dopo un discorso di Colonna, il Consiglio, acclamante, delibera recarsi al Quirinale, Tolta all'istante la seduta, il Sindaco, la Giunta e tutti i Consiglieri interventisti col gonfalone del Comune in testa e con lunghissimo corteo di popolo, per Piazza del Campidoglio, Piazza Venezia, Via Nazionale, salgono al Quirinale dopo un'ora di cammino reso faticoso dagli ondeggiamenti della folla, tra la quale necessario aprirsi la via. S. M. il Re, attorniato dalla famiglia Reale, riceve il Sindaco e la Giunta. Dal balcone del palazzo, S. M., gi in uniforme grigio-verde, inneggia all'Italia. Delirio di popolo che riempie la piazza e le vie del Quirinale.