Paolo Orlando
Alla conquista del mare di Roma. Diario 1904-1923


Pagina 77 di 298       

%


     Al Palazzo del Touring Club Italiano ho una riunione colla Commissione organizzatrice della Crociera Motonautica Torino-Venezia-Roma nel 1911. Faccio accettare che, invece di Anzio, il termine della crociera e l'adunata dei motoscafi siano stabiliti a Fiumicino, da dove questi in linea proseguiranno fino a Roma. Il Comitato « Pro Roma Marittima » organizzerà la continuazione sul Tevere a monte di Roma delle imbarcazioni a motore di piccola immersione. Questa ulteriore crociera, non compresa nel programma del Touring, sarà da questo indetta sotto gli auspici del « Pro Roma Marittima ».
     Ho voluto far scegliere Fiumicino perchè s'intendano le intenzioni di Roma, ed ho voluto la crociera fluviale oltre Roma per affrettare la esecuzione dei lavori di miglioramento della navigabilità del Tevere fino a Ponte Felice.

     30 Settembre 1910
     S. E. Luzzatti m'invita a discutere col Direttore Generale delle Ferrovie dello Stato la proposta per l'assunzione da parte di questo della Roma-mare...

     1° Ottobre
     ...ma, a discussione avvenuta, ho l'impressione che il Direttore Generale non sia favorevole.

     3 Ottobre
     Riferisco al Ministro Sacchi i colloqui avuti con S. E. Luzzatti e con il Direttore Generale delle Ferrovie. Lo trovo sempre disposto a favore della soluzione da me proposta. Mi domanda copia della lettera che ho oggi mandata a Luzzatti.

     6 Ottobre
     Riunisco alla Sede del Comitato « Pro Roma Marittima » le Cooperative edilizie per Ostia Nuova e domando loro di convocare le rispettive assemblee per chiedere allo Stato di costruire la ferrovia, visto che dopo quattro anni è ancora una fiaba.