Carlo Piola Caselli
Il card. Carlo Francesco Caselli (parte prima)


Pagina 4 di 73       

%


     Il Damiano suddetto ha avuto vari figli: ricordiamo l’arch. Domenico, Andrea, Lucca e Giambatta. Di Lucca non si hanno particolari notizie. Di Andrea sappiamo che anch’egli era capomastro imprenditore ed è stato sepolto nella cattedrale dei SS. Pietro e Dalmazzo ad Alessandria. Avendo sposato Maria Redda, figlia a sua volta di un capomastro imprenditore di Pietramarazzi, hanno avuto vari figli e figlie: Lucrezia, Barbara, Damiano (da cui le nipoti Barbara e Maria Domenica), Lorenzo, Antonio, Domenico Salvatore (da cui i nipoti Andrea, Damiano, Lorenzo e Giuseppe). (9) Di Giambatta sappiamo che ha sposato Maria Francesca Ferari ed il loro unico figlio, Giuseppe, diverrà uno dei più famosi architetti della città, anche se è nato, il 26 agosto 1730 e battezzato il giorno dopo, a Serravalle Scrivia, ma poi abitante ad Alessandria, dove principalmente opererà.
     Mentre dell’arch. Giuseppe gli archivi alessandrini sono ricchi di documenti, di suo zio arch. Domenico sono rari, purtuttavia quello che ci stupisce è che la figura di questi emerga possente dalle poche pagine della storia locale. Questo Domenico, l’altro dei quattro suddetti fratelli, è nato anch’egli a Castellazzo verso la fine del ‘600 e morto ad Alessandria nel 1768. Nel gennaio 1733 è stato emancipato, ossia ha potuto lavorare in proprio, e nel 1738 è stato nominato misuratore, con il fratello Andrea (qui preceduti dai loro cugini Pietro ed Antonio Casella, impegnati come piccapietre, del costruendo Teatro Regio di Torino), l’anno dopo patentato e poi definitivamente architetto, tanto da divenir direttore dei lavori dell’impegnativo palazzo del march. Ghilini, realizzando il corpo principale dell’edificio, talmente bello che nel secolo successivo i Savoia ne diverranno proprietari, trasformandolo in palazzo reale, poi nel 1869 diverrà sede del consiglio provinciale e quindi anche sede della prefettura.

* * *

(9) Testamento del Notaio Lazari, 1750, Ibid..